AIRC Nastrorosa

Manca poco al 100%
di sopravvivenza
per il tumore al seno.



Per noi manca ancora troppo.

Il tuo contributo è prezioso

DONA ORA

Ottobre è il mese della sensibilizzazione sul tumore al seno.


AIRC, da 50 anni il maggior finanziatore indipendente della ricerca oncologica italiana, ha favorito importanti progressi nella prevenzione, diagnosi e cura del tumore al seno.

Solo nel 2017 AIRC ha destinato oltre 10,7 milioni di euro
per il finanziamento di 66 progetti e 20 borse di studio in quest’area.

I progressi della ricerca oggi permettono a molte donne di sopravvivere al tumore al seno.
Molte, ma non tutte.

Per renderlo curabile al 100% il sostegno di tutti è fondamentale.
È per questo che AIRC, insieme al main partner della campagna The Estée Lauder Companies Italia, promuove una serie di iniziative per rendere questo traguardo sempre più vicino.


IL TUMORE AL SENO

Fatti e numeri *

Fonte: AIOM e AIRTUM, I numeri del cancro in Italia 2017

FAI IL TEST

Ogni anno in Italia sono diagnosticati circa 50.000 nuovi casi di tumore al seno.

La ricerca ha fatto e sta facendo molto,
ma per le donne è fondamentale conoscere i fattori di rischio che possono alimentare o meno la probabilità di contrarlo.

E tu, quanto ne sai sul rischio?

Scoprilo in sole 6 domande e
informati!


VAI AL TEST

MAIN PARTNER

The Estée Lauder Companies Italia - Breast Cancer Campaign

Per saperne di più clicca qui


Compie 25 anni la campagna internazionale contro il tumore al seno ideata nel 1992 da Evelyn H. Lauder insieme al suo simbolo distintivo, il Nastro Rosa.

Promotore della Breast Cancer Campaign nel nostro Paese è The Estée Lauder Companies Italia, che per il terzo anno consecutivo ha scelto come partner AIRC nell’impegno comune di rendere il tumore al seno curabile al 100%.

The Estée Lauder Companies Italia sostiene l’attività di AIRC devolvendo 5 euro per una serie di prodotti venduti nel mese di ottobre.


PARTNER

LA TESTIMONIANZA

Rosalba Reggio

Testimone della Ricerca dopo una diagnosi di tumore al seno nel 2015.

“Ho sempre creduto fermamente nella prevenzione, ed è proprio con un controllo periodico che ho scoperto di avere un tumore al seno. È stato difficile ma credo di averlo affrontato con lucidità e nel modo più sereno possibile. È stata una prova dura che ho saputo affrontare. Per questo voglio dare un messaggio positivo a tutte le donne, perché guardino al loro futuro con determinazione e con positività, sapendo che la ricerca lavora costantemente per noi”.

Rosalba Reggio - Testimone della Ricerca dopo una diagnosi di tumore al seno nel 2015.